La Benedizione di San Benedetto

San Benedetto

San Benedetto, o meglio il suo alto spirito, è una presenza sicura e luminosa che risplende nelle oasi benedettine di Trisulti, Casamari e Cassino.

Le tre magnifiche abbazie sono la rappresentazione concreta dell’ideale benedettino che prevedeva l’autosufficienza monastica e una architettura armoniosa e funzionale. Questi tre pilastri della spiritualità raccontano i percorsi e definiscono le tracce di monaci ed eremiti che fondarono chiese, abbazie o piccoli romitaggi in secoli lontani.

Armoniosa e possente è Trisulti, immersa nei boschi del monte Rotonaria. Nacque nel 1000 ad opera dei benedettini e oggi è affidata alle cure dei cistercensi di Casamari.

Casamari è coeva di Trisulti e anch’essa, dopo la fondazione benedettina, passò sotto l’ala dei monaci cistercensi diventando un polo vitale per la vita religiosa della regione.

Montecassino accolse San Benedetto deluso dalla sua esperienza a Subiaco. Era il 529. Da allora la straordinaria abbazia è nata e rinata dopo tante distruzioni restando nei secoli un baluardo della Regola benedettina.

 

Lacia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*